Con-Fabulando

Le fiabe fanno parte della cultura popolare di tutto il mondo. Ogni paese ha le sue fiabe ed ogni cultura le ha tramandate ed usate per comunicare il proprio patrimonio di saggezza alle generazioni successive. I luoghi erano i villaggi e di solito a raccontarle erano gli anziani. Troviamo poi un uso religioso di simili narrazioni, dalla parabole di Gesù ai racconti zen. Spesso usate per dire cose scomode verso i poteri senza che questi potessero accorgersene e denunciare come sobillatore politico chi le narrava. Quindi il loro utilizzo non è riservato esclusivamente all’infanzia. La particolarità di tali racconti è quella di svelare in modo velato alcuni messaggi importanti che colpiscono nella parte più profonda della persona. Lo sanno bene gli indiani d’America, le utilizzavano nelle riunioni sacre intorno al fuoco narrando i racconti della tribù per dare insegnamenti ai giovani, il momento era solenne e mistico. Da queste poche righe si puo’ già capire come la fiaba non sia cosa da bambini, ma rappresenti per gli adulti il momento per entrare in contatto con la parte più vera di se stessi. Farò una breve distinzione tra fiaba e favola, quest’ultima prevede animali come personaggi che simbolizzano vizi e pregi umani. Mentre la fiaba ha una struttura diversa e prevede protagonisti umani, per dirla in breve sono quelle dei Grimm, di Perrault e di Andersen ecc, esempio di favole quelle famose di Esopo. Fatta la distinzione! Per sottolineare che nella nostra rubrica parliamo di Fiaba.
La fiaba non può essere distorta ne decontestualizza, soprattutto non va spiegata, storpiata o interpretata, deve essere semplicemente letta per poter compiere la sua vera missione: parlare ad ognuno in modo unico e personale per risvegliarne la parte più vera. 
tre sono le caratteristiche  pedagogiche delle fiabe:
– Eterne
– Personali
– Educative
In tempi recenti mi sono imbattuta più volte in articoli che descrivono le fiabe come sessiste distorcendo completamente le narrazioni, oppure in tentativi cinematografici di attualizzarle ai giorni nostri (possono essere divertenti, ma perdono la loro missione, diventano normali racconti). 
La parte più importante delle fiabe è la netta distinzione tra bene e male ed è qui che si educa lo spirito di ogni uomo. In questo modo ci avvertono del pericolo che si nasconde nella vita quotidiana e ci svelano come affrontarlo per raggiungere il lieto fine……………
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...