Il pifferaio di Hamelin: Un fatto reale e misterioso

Fiaba, leggenda o cronaca dell’epoca? I Grimm la riportano come fatto di cronaca e poi la trasformano in fiaba. 
 Il fatto è ispirato ad una vicenda realmente accaduta nel 1284 ,possiamo trovarla negli archivi storici del comune di Hamelin (Germania).
Nell’anno di nostro Signore 1284 ad Hamelin, 130 bambini scomparvero per mano di un pifferaio, nel luogo chiamato Calvario
 Cosa accadde a quei bambini? Si dice furono portati via da un uomo vestito da cacciatore che suonando li guidò verso la montagna per poi sparire nel nulla. Una punizione!Poichè il sindaco non volle ricompensare il pifferaio come promesso per aver liberato la citta’ dai topi. 
Qui scattano le ipotesi sul mistero.
Il fatto scritto ma non specificato, descritto ma non comprensibile.
Come possono dei bambini essere ipnotizzati da una musica magica e sparire dentro la montagna?
Si cercano spiegazioni legate alla realtà: 
1. La peste porto’ via i bambini 2.Una migrazione di massa 3. Vittime di riti satanici.
 La domanda sorge: perche’ scrivere in archivio che a rapirli fu un pifferaio ( un uomo dal vestito variopinto che suonava un flauto) ? Non bastava scrivere che una malattia aveva colpito il paese o ecc.. 
Inoltre il fatto fu talmente sconcertante da essere rappresentato graficamente sulla vetrata della chiesa. Cosa ha sconvolto in questo modo gli abitanti?
La disperazione  e forse la speranza di un ritorno da parte delle madri, che inutilmente cercarono i loro figli,  li portò a contare negli anni i giorni a partire dal giorno della scomparsa; tanto fu la paura che da quel momento in poi nella via in cui passò il pifferaio con il corteo di bimbi e’ vietato suonare musica. 
Dobbiamo accettare il fatto cosi’ come raccontato? Dobbiamo incasellarlo in qualcosa che ci disturba meno? Possiamo decidere di continuare a domandare senza ottenere risposte? Possiamo trasformarlo in fiaba? Lascio a voi la scelta.
(l’ immagine tratta dalla vetrata della Chiesa)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...