Dieci cose da fare per salvare il pianeta

Sciopero clima 15 marzo 2019

Riciclare, non sprecare acqua, usare i mezzi pubblici, utilizzare da “responsabili” la luce, e così via. Tra le dieci cose da fare per salvare il pianeta ne manca una. Acqua, carta, plastica, l’uso consapevole ci trasforma in perfetti cittadini. Grazie a Greta Thunberg migliaia di studenti il 15 marzo hanno partecipato allo sciopero scolastico per il clima. Un “Venerdì per il futuro”. Un movimento di giovani diventa consapevole e responsabile delle nuove generazioni…….

UNA SOLA COSA SALVA

Una sola cosa salva: Educare. Parlo del tipo di educazione che porta al rispetto reciproco, alla cura delle creature e del creato. Il resto è solo un grande rumore. Sì perchè di manifestazioni, di scese in piazza, ne vediamo ogni giorno e di femminicidi, bullismo, suicidi di giovani, ne vediamo ogni giorno. Siamo alla pari, non è cambiato nulla. Gli stessi giovani che manifestano in piazza vivono o provocano un disagio, questo ci spinge a una riflessione più profonda: vogliamo davvero salvare il pianeta? Educhiamo al rispetto! L’unica soluzione possibile che produce veri cambiamenti è l’educazione. Io ho iniziato dal mio libro “Tutta colpa delle mamme-manuale di autodifesa per donne”, come me altre donne stanno lottando nel silenzio. Non hanno treccine rosse, lentiggini, sponsor o risorse economiche per far sentire la loro voce. Alcune di loro soffrono nel silenzio e muiono nel silenzio, i loro figli crescono silenziosamente. Lavorano tutto il giorno per pochi soldi, tornate a casa gestiscono i mille impegni, ma se qualcuna di loro prova a scendere il piazza con un cartello “Save the Woman” viene solo derisa. Qualche volta sono ospitate in TV ai talk show, così fanno Odience mostrando il volto deturpato, raccontando le violenze subite, per qualche ora qualcuno le sente ma poi torna il silenzio. Però alla fine i loro nomi sono scritti sulle pietre e sono tante, tantissime e tutti possono leggerli ad alta voce e il silenzio finisce. Altre invece riescono a salvarsi e non si accontantano di essere salve, no! Vogliono salvare tutte le altre, le vogliono aiutare, stare vicine, consolarle, sostenerle, dire che per loro c’è speranza. Non si riposano dopo le loro battaglie ma continuano a lottare e lo fanno in modi diversi, ma è solo grazie a loro che il pianeta si salva. Educare una donna significa educare l’umanità, salvare una donna significa salvare l’umanità. Avere cura di una donna significa aver cura del pianeta. Nel libro “Nessuno al posto tuo” di Erika Zerbini viene descritto pienamente quello che prova l’animo femminile, le speranze, i desideri, le paure e poi le risorse per rinascere. Dieci azioni per salvare il pianeta? Le trovate a Sestri Levante all’evento Librinbaia presso la Baia del silenzio il 12 ottobre ore 11:30.

Cosa succede quando due autrici trascorrono un sabato pomeriggio insieme?

Librinbaia 2019 su Pedagogiadepartmentv

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...